Raffaello e la Leggenda della Fornarina – Quando Storia e Leggenda diventano Musical

 STORIA, LEGGENDA, AMORE, PASSIONE, DRAMMA.

Questi i cardini dell’ Opera Musicale Moderna al centro del Progetto Fornarina per Roma Capitale, presentato lo scorso 07 febbraio presso la Sala Pietro da Cortona – Musei Capitolini – Roma.

Il progetto propone l’offerta di un pacchetto così strutturato:

–          Giro turistico pre-spettacolo nei luoghi della vicenda di vita e di amore di Raffaello e Fornarina;

–          Cena tipica con cucina romana;

–          Spettacolo finale:

Raffaello e la Leggenda della Fornarina

 Musical che ha debuttato ufficialmente il 13 giugno 2011 al Teatro Argentina di Roma.

 

 L’Opera Musicale, è ispirata alla storia del geniale Pittore Cinquecentesco Raffaello Sanzio e della sua modella amata e preferita, Margherita Luzi, soprannominata Fornarina in quanto figlia del fornaio del  Rione Trastevere.

Raffaello ne era innamoratissimo e si dice che per questa donna affascinante, dal temperamento vivace, trascurasse addirittura i suoi lavori più importanti. Alla stregua di una Musa ispiratrice, è stata rappresentata in molte opere dal Pittore come una creatura eterea e bellissima, una Madonna.

La loro travolgente storia d’amore fu intensa, ma breve.

Raffaello fu trovato morto a soli 37 anni nel letto di Fornarina. Le cause del decesso non risultano chiare dalle cronache del tempo.  Fornarina, distrutta per la perdita del suo grande amore, si ritirò nel convento delle Suore di Santa Apollonia fino alla fine dei suoi giorni.

Naturalmente, furono molte le leggende che si tramandarono sulla morte del Pittore, soprattutto fra gli abitanti del Rione Trastevere.

Nel Musical, Gia Fort Shoping, scrittore fallito dei giorni nostri con la sola fama di ubriacone e perdigiorno, per far volgere dalla propria la fortuna si reca a Roma alla ricerca di una storia vera di passione: “magari ricca di scandali”-dice,  e si imbatte nella leggenda della Fornarina.

Secondo le dicerie popolari del Rione, una volta morta, la Fornarina era stata giudicata colpevole della prematura scomparsa di Raffaello dal tribunale dei morti presieduto da un ricco banchiere che era stato suo amante, geloso della passione che l’aveva legata al Pittore.

Alla presenza delle anime dei suoi familiari e di Raffaello stesso, Fornarina era stata condannata a scontare le sue colpe vagando come uno spettro per le stanze di Via di Santa Dorotea, al numero 20, luogo in cui era avvenuta la tragedia.

Il nome e l’onore di Fornarina saranno riscattati trecento anni più tardi da un atto d’amore di Lucrezia Luzi, discendente di Margherita che sentiva di avere dentro di sé lo spirito della Fornarina e che sceglie di sacrificarsi per lei.

Lo scalcinato scrittore attraverso il filo conduttore della metempsicosi, la reincarnazione, farà prendere vita ai personaggi del Cinquecento collegando la loro tormentata storia d’amore a quella di Lucrezia e del suo amato Mario nei medesimi luoghi di un Rione Trastevere ottocentesco, fino a svelare il mistero della morte di Raffaello.

 

 Un Musical che promette di affascinare, rapire ed emozionare, come suggerisce il suggestivo montaggio di immagini che ha fatto da sfondo e accompagnamento al Recital proposto il 7 febbraio.

La trama di per sé avvincente, è impreziosita dalle belle musiche di Giancarlo e Alessandro Acquisti, dai colori e dalla bravura del corpo di ballo e in particolare dal grande talento dei cantanti attori che, nella cornice dei Musei Capitolini in un’atmosfera già incantevole e ricca di storia, hanno regalato agli invitati uno splendido assaggio dei brani cantati e recitati dell’opera, in un excursus mirato ed efficace, molto intenso.

Bellissimi i costumi di scena realizzati da Simonetta Gregari.

 

Il cast presente alla presentazione del 7 febbraio presso la Sala Pietro da Cortona:

 

BRUNELLA PLATANIA (Fornarina)

TOSCA in “Tosca Amore Disperato” di Lucio Dalla, MADDALENA in Jesus Christ Superstar della Compagnia della Rancia e attualmente AGNESE ne “I Promessi Sposi” di Michele Guardì
ENRICO D’AMORE (Raffaello)

CAVARADOSSI in “Tosca Amore Disperato” di Lucio Dalla, Ensemble in Jesus Christ Superstar della Compagnia della Rancia e attualmente EGIDIO ne “I Promessi Sposi” di Michele Guardì

VALENTINA GULLACE (Lucrezia)

MADDALENA in Jesus Christ Superstar della Compagnia della Rancia e attualmente JASMINE in “Aladin” dei Pooh

MAURIZIO DI MAIO (Mario)

 ACTOR DEI, I PROMESSI SPOSI di Michele Guardì, SWEENEY TODD

e con
GIANNI PONTILLO (Gia Fort Shoping)
DANIELE ADRIANI (Tommaso)
GIORGIO CARECCIA (Narratore)

Musiche e Libretto: GIANCARLO ACQUISTI
Liriche: GIANCARLO ed ALESSANDRO ACQUISTI

Regia: MARCELLO SINDICI

 

Il sito: www.fornarinamusical.com

 

 

 

Annunci

2 thoughts on “Raffaello e la Leggenda della Fornarina – Quando Storia e Leggenda diventano Musical

  1. Ho avuto occasione di vedere due rappresentazioni di: Raffaello e la leggenda della Fornarina. Ho conosciuto l’autore, Acquisti, a Londra nel 2002 nel west end. Mi aveva parlato di questo lavoro che aveva in mente e mi ero incuriosito tanto che mi ero ripromesso di seguirlo nel suo progress.
    Premetto che non mi entusiasmano gli allestimenti dei nostri grandi musical fatte da voi. Ma se nasce qualcosa di nuovo e originale vostro, sono curioso e vado a vederlo.
    In Argentina Theater, nel giugno scorso ho visto l’opera in forma concert, no integral. La storia era buona, ben costruita. La musica molto buona. Mi è piaciuto il mixer tra melodia italiana e scuola inglese così praticato anche da Webber e Schönberg e che Acquisti ha ben assimilato. Ho apprezzato le potenzialità del musical, evidenti ma non ancora del tutto espresse, e i numerosi brani musicali. Nel cast, di buon livello ma ancora lontano dai miei standard, ho gradito molto la voce di Fusco (Fornarina).
    Days ago, ho rivisto il musical in una importante sala di Musei Capitolini in Rome. Questa volta in Recital, solo musiche e qualche proiezione. OK per seguire più attentamente plot e ascoltare le musiche. L’impressione ricavata è remarkable.
    Il cast, ridotto, ha lavorato molto bene, gli interpreti molto aderenti ai personaggi. E ancora una volta è emerso il personaggio di Fornarina, questa volta era Platania: passione, grinta e grande vocalità. Penso vera romana.
    Mi sarebbe piaciuto parlare con Acquisti o con il regista per sapere come pensano di continuare. Non ne ho avuto l’opportunità. Volevo dire che è un opera complessa ma che merita di proseguire. Tutto in mano al regista che fino ad oggi si è mosso con intelligenza e praticità.
    Aspetto the developments, lo sviluppo.
    Ciao a tutti.
    Phil Davis Flanagan
    phildavis@london.com

  2. Grazie Mr Flanagan,
    riceverà senz’altro gli aggiornamenti e una risposta privata al suo indirizzo di posta elettronica.
    Grazie ancora per questo commento

    Miriam Tocci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...