Quel FANTASMA in Campidoglio…

Di ritorno da una visita da “turista” al Palazzo Senatorio in Campidoglio nella mia Roma, città in cui vivo e in cui sono nata, non ho potuto fare a meno di sentirmi emozionata e affascinata come se avessi visto da vicino le sue meraviglie celate fra vesti antiche e moderne per la prima volta. Non che la Capitale non sia famosa per questo incantesimo coinvolgente, ma è incredibile quanto le scoperte sembrino non finire mai, ogni singola volta che ci si accosta alla sua storia.

Il Campidoglio poi, è stato da sempre un luogo emblematico. Posto su un rialzo – ma non su uno dei Sette Colli- era considerato punto strategico dalle Milizie Romane. Poi, nel tempo,è stato roccaforte, rifugio sicuro per Papi e Signori; è stato un pascolo di capre e un luogo malfamato; è stato oggetto del genio di Michelangelo, che lo ha voluto strutturare come una sorta di enorme finestra da cui gustare la veduta della Roma più bella, di giorno e di notte, fra il Tevere, i Fori, il Colosseo…

Il Palazzo Senatorio è il palazzo centrale – oggi sede di Roma Capitale e “Casa” del Sindaco – alle spalle della statua di Marco Aurelio a cavallo. A destra e a sinistra abbiamo i Musei Capitolini, scrigni di tesori antichissimi custoditi in ambienti che emanano forti vibrazioni, emozionando chi li visita ogni volta come fosse la prima.

Una curiosità sulla statua di Marco Aurelio: sulla criniera del cavallo, proprio fra le orecchie dell’animale, sembra di scorgere la sagoma di una civetta. Esiste una leggenda a proposito di questo: si diceva che il risveglio del rapace dormiente,appollaiato sulla statua, avrebbe  indicato la fine del mondo. Non poteva che trovarsi a Roma -Caput Mundi-questo simbolo apocalittico!

Sicuramente si tratta di un luogo molto suggestivo, che ha tanta storia da raccontare per raccontarsi e non è strano che esitano leggende o fatti curiosi legati al suo passato. Eppure, fra storia e leggenda, apprendere della presenza di un FANTASMA fra le mura del Palazzo Senatorio – che fu anche prigione e tribunale- era proprio l’ultima cosa che mi sarei aspettata di sentire . Si tratterebbe di un Monaco  murato vivo in epoca Medievale nella torre del Palazzo, perchè sorpreso a commettere adulterio con la moglie dell’allora comandante della guarnigione di guardia al Campidoglio. Un caso di morte violenta avvenuto proprio nei locali che oggi ospitano gli uffici del Gabinetto del Sindaco.

Certo, liberi di crederci o no. Ma non sembra essere una storiella da pausa caffè inventata dal personale del Palazzo, nè un simpatico aneddoto da rifilare ai turisti per rendere tutto più interessante…come se ogni sassolino, ogni arazzo, ogni lastra di pietra o mattone di tufo avessero bisogno del fantasma per assumere fascino!

Ci sono stati avvistamenti, e chi lavora nel Palazzo – soprattutto chi lo custodisce nelle ore notturne – ha avuto nel corso degli anni qualcosa da raccontare in merito. Sul sito istituzionale del Comune di Roma è stato pubblicato un articolo su questa storia, firmato da  Marco Dall’ Asta.

http://www.comune.roma.it/wps/portal/pcr?contentId=NEW151082&jp_pagecode=newsview.wp&ahew=contentId:jp_pagecode

Facendo qualche ricerca nel Web poi, ho scoperto che addirittura, nel novembre scorso ci sono stati i Ghosthunters, al Campidoglio, proprio per rilevare con strumentazione apposita la presenza del monaco e…..guardate qua, niente voce su Evp, ma la termocamera…….

http://www.ghosthuntersroma.it/index.php?option=com_content&view=article&id=119:campidoglio&catid=27:indagini&Itemid=

Fantasma o no,VISITATE ROMA…CAPUT MUNDI!

MT

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...