Archivi

CLASSIFICA FINALE Concorso Racconti Brevi Club Urban Fantasy

AGGIORNAMENTI SULL’ESITO DEL CONCORSO!!!

Questo il link alla Classifica finale del Concorso Racconti Brevi indetto dal blog  “Club Urban Fantasy”, al quale ho partecipato con il racconto n. 7 intitolato: ” La sua voce in un respiro”. Creatura Chimerica : FANTASMA.

Il mio racconto ha ricevuto una menzione speciale nella sezione ” Miglior Trama” e sarà inserito nell’Antologia intitolata: ” Stirpe Chimerica Vol.1″

Complimenti a tutti i partecipanti, ai classificati e agli organizzatori di questa bella iniziativa: Angela Visalli ( ADMIN del Blog e giudice di gara); Stefano G. MuscolinoArkavarez e Michael Rigamonti ( giudici di gara).

Miriam Tocci

HALLO WORLD…un anno dopo!

Buon 1°Maggio a tutti!

È già trascorso un anno dalla prima volta che ho scritto su questo blog che è cresciuto e  ha preso forma con 20 articoli pubblicati ( questo è il 21°), commenti e pagine dedicate al mio romanzo e alle recensioni di libri.

Gli articoli più gettonati: I Promessi Sposi, il Musical; Fallen; La leggenda della Fornarina; Suzanne Brockmann; Il Fantsma del Campidoglio e le recensioni al Destino dei Due Mondi…

Vorrei poter scrivere di più e aggiornare i contenuti con maggior frequenza, ma non sono una blogger a tempo pieno e i momenti di cui dispongo per scrivere li dedico quasi interamente ai miei progetti di scrittura.

Dal Maggio 2011 a oggi sono accadute diverse cose, eventi importanti come la pubblicazione del mio romanzo d’esordio:

“ Il Destino dei Due Mondi – L’Angelo dalle Ali Nere” 

o la bellissima Presentazione del libro presso la Sala Pietro da Cortona nei Musei Capitolini a Roma, in occasione della quale ero circondata dalle persone che mi hanno dato sostegno dal primo giorno in questa avventura dello scrivere: la mia famiglia, in particolare mio marito e le mie figlie, e poi Vale che condivide con me intense sedute di lettura!

Sempre vicine, Maria Laura e Brunella che il 20 maggio 2011 erano con me al tavolo “d’onore” per commentare e presentare il romanzo, empatizzando ogni mia emozione in nome della forte amicizia che ci lega ogni giorno di più: Laura, guida sapiente e Bru, sorella d’anima che ha in parte ispirato le vicende di Adam, Lisa e Angeli annessi.

Immancabile e sempre attenta, la “mia squadra” della Orion nelle persone di Luigi, Simona, Stefano e Floriana che credono in me e mi sostengono anche oggi con entusiasmo e tanta voglia di fare!

Ringrazio tutti quanti per questa vicinanza e per il tifo sfegatato che alimenta la voglia di continuare, di insistere, facendomi collezionare grandi soddisfazioni malgrado non siano sempre tutte rose e fiori!

Sotto con i nuovi progetti, allora: articoli, racconti e un paio di romanzi di cui sono già pronti i plot…e grazie, grazie a tutti!

Chi passa di qui e condivide con me l’amore per i libri e la scrittura, può sottoscrivere il bolg inserendo in alto a sinistra il proprio indirizzo e-mail nel campo “FOLLOW- SEGUI IL BLOG”. Basta dare conferma della sottoscrizione una volta ricevuta la mail da WordPress per ricevere gli aggiornamenti.

È possibile anche inserire commenti agli articoli o condividerli su Facebook, Twitter e G+ con i tasti di Share, oppure mettere “MI PIACE” sulla pagina Facebook del Destino dei Due Mondi ( accessibile dal tasto con il logo in alto che fa capolino dalla barra di titolo del blog!

 Buon Compleanno Blog!!!

E per tutti: fate buon uso dei libri, leggetene tanti, regalatene, sognate, immaginate, vivete al di fuori della vostra dimensione, perché la vita è dura e i sogni aiutano ad affrontarla in modo giusto, equilibrato, anche se sono impalpabili, irreali…

Con la lettura la realtà migliora, provare per credere.

 Miriam Tocci

Quel FANTASMA in Campidoglio…

Di ritorno da una visita da “turista” al Palazzo Senatorio in Campidoglio nella mia Roma, città in cui vivo e in cui sono nata, non ho potuto fare a meno di sentirmi emozionata e affascinata come se avessi visto da vicino le sue meraviglie celate fra vesti antiche e moderne per la prima volta. Non che la Capitale non sia famosa per questo incantesimo coinvolgente, ma è incredibile quanto le scoperte sembrino non finire mai, ogni singola volta che ci si accosta alla sua storia.

Il Campidoglio poi, è stato da sempre un luogo emblematico. Posto su un rialzo – ma non su uno dei Sette Colli- era considerato punto strategico dalle Milizie Romane. Poi, nel tempo,è stato roccaforte, rifugio sicuro per Papi e Signori; è stato un pascolo di capre e un luogo malfamato; è stato oggetto del genio di Michelangelo, che lo ha voluto strutturare come una sorta di enorme finestra da cui gustare la veduta della Roma più bella, di giorno e di notte, fra il Tevere, i Fori, il Colosseo…

Il Palazzo Senatorio è il palazzo centrale – oggi sede di Roma Capitale e “Casa” del Sindaco – alle spalle della statua di Marco Aurelio a cavallo. A destra e a sinistra abbiamo i Musei Capitolini, scrigni di tesori antichissimi custoditi in ambienti che emanano forti vibrazioni, emozionando chi li visita ogni volta come fosse la prima.

Una curiosità sulla statua di Marco Aurelio: sulla criniera del cavallo, proprio fra le orecchie dell’animale, sembra di scorgere la sagoma di una civetta. Esiste una leggenda a proposito di questo: si diceva che il risveglio del rapace dormiente,appollaiato sulla statua, avrebbe  indicato la fine del mondo. Non poteva che trovarsi a Roma -Caput Mundi-questo simbolo apocalittico!

Sicuramente si tratta di un luogo molto suggestivo, che ha tanta storia da raccontare per raccontarsi e non è strano che esitano leggende o fatti curiosi legati al suo passato. Eppure, fra storia e leggenda, apprendere della presenza di un FANTASMA fra le mura del Palazzo Senatorio – che fu anche prigione e tribunale- era proprio l’ultima cosa che mi sarei aspettata di sentire . Si tratterebbe di un Monaco  murato vivo in epoca Medievale nella torre del Palazzo, perchè sorpreso a commettere adulterio con la moglie dell’allora comandante della guarnigione di guardia al Campidoglio. Un caso di morte violenta avvenuto proprio nei locali che oggi ospitano gli uffici del Gabinetto del Sindaco.

Certo, liberi di crederci o no. Ma non sembra essere una storiella da pausa caffè inventata dal personale del Palazzo, nè un simpatico aneddoto da rifilare ai turisti per rendere tutto più interessante…come se ogni sassolino, ogni arazzo, ogni lastra di pietra o mattone di tufo avessero bisogno del fantasma per assumere fascino!

Ci sono stati avvistamenti, e chi lavora nel Palazzo – soprattutto chi lo custodisce nelle ore notturne – ha avuto nel corso degli anni qualcosa da raccontare in merito. Sul sito istituzionale del Comune di Roma è stato pubblicato un articolo su questa storia, firmato da  Marco Dall’ Asta.

http://www.comune.roma.it/wps/portal/pcr?contentId=NEW151082&jp_pagecode=newsview.wp&ahew=contentId:jp_pagecode

Facendo qualche ricerca nel Web poi, ho scoperto che addirittura, nel novembre scorso ci sono stati i Ghosthunters, al Campidoglio, proprio per rilevare con strumentazione apposita la presenza del monaco e…..guardate qua, niente voce su Evp, ma la termocamera…….

http://www.ghosthuntersroma.it/index.php?option=com_content&view=article&id=119:campidoglio&catid=27:indagini&Itemid=

Fantasma o no,VISITATE ROMA…CAPUT MUNDI!

MT

Quarta edizione dell’evento: “La Vie en Rose”

Parafrasando il titolo della celeberrima canzone  di Edith Piaf, scrittrici e lettrici appassionate di pagine tinte di rosa si ritrovano a

Firenze il prossimo 24 marzo 2012 

 

nella quarta edizione del primo evento italiano dedicato interamente ai Romanzi d’Amore. 

La Vie en Rose nasce da un desiderio di condivisione e dalla curiosità di scoprire il lavoro che si cela dietro alle parole di autrici che ci fanno sognare.

www.lavieenroseevento.it

 

Un incontro al femminile per parlare di libri, di sentimenti e della passione per la lettura e la scrittura, fra opere moderne e miti letterari che ancora oggi ispirano le storie d’amore più apprezzate facendo sognare e riflettere lettori e lettrici di diverse età.

 All’interno della manifestazione, la premiazione del racconto inedito ispirato ad uno di questi temi: Amore che redime, Amore come forza eternatrice e Amore tra mortalità e immortalità, per il Concorso Letterario: “La Vie en Rose”, alla sua seconda edizione.  

Alcuni riferimenti per partecipare:

La Vie en Rose – quarta edizione

Firenze, 24 marzo 2012

Sala delle Feste dell’Astoria Boscolo Hotel

 

 Le adesioni dovranno pervenire all’indirizzo mail: la.vie.en.rose.evento@gmail.com .

Si tratta di una manifestazione a numero chiuso per cui è prevista una quota di partecipazione per coprire esclusivamente le spese per il catering.

Nominativi di riferimento per l’organizzazione: Silvia Basile, Caterina Caracciolo e Juneross.

Evento sponsorizzato da:

Silvia Basile

 Caterina Caracciolo

 Juneross

Tutti gli aggiornamenti e info sul sito: www.lavieenroseevento.it

M.T.

UN LIBRO SOTTO L’ALBERO…

Crisi o non crisi economica, in questi giorni siamo tutti impegnati nella corsa ai tradizionali regali natalizi. C’è chi li acquista tempo prima, chi li fa all’ultimo secondo, c’è chi adora questo momento e  chi invece odia profondamente doversi mettere lì a pensare alla cosa giusta, quella che possa incontrare il gradimento di amici, parenti, dei bambini…  I bambini sono i più semplici da accontentare, è vero: hanno idee chiare e richieste precise, ma non disdegnano di ricevere anche doni fuori lista, il bello per loro è l’attesa, la carta colorata da scartare, la sorpresa, la novità.  Per gli adulti è più complicato. Si rischia di essere monotoni, ognuno ha le sue fisime e non tutti apprezzano tutto, come invece fanno i bimbi.   Il punto però non è fare un regalo per fare bella figura… lo spirito del Natale non sta nello scambio di doni, naturalmente, ma sono comunque una parte importante perché il dono è un simbolo che concretizza un pensiero, un pensiero cucito su misura sulla persona che lo riceverà, più o meno formale a seconda del grado di conoscenza reciproca.  La scelta è libera ma anche vincolante!

Quest’anno però, invece delle solite strenne, dei profumi, delle sciarpe e guanti…perché non tentare qualcosa di diverso?

UN BEL LIBRO!!! Di cucina per la nonna, un romanzo per la mamma, un thriller per il babbo, fiabe per i bambini, mondi avventurosi e fantastici per i ragazzi e…un po’ per tutti quanti, perché diciamo la verità: grandi e piccoli possono farsi rapire dalle pagine di un giallo, di un fantasy, di un horror, di uno storico e chi più ne ha ne metta!

Non esisterà il regalo perfetto per antonomasia…ma i libri, a pensarci bene, si avvicinano molto a questa perfezione!

Si sceglie un genere per condividere con l’altro una lettura che per noi è stata piacevole o lo si sceglie, perché quel genere è quello più adatto alla persona che riceverà il libro in regalo.  Il dono è già lì, in quel pensiero. 

Si opta per un titolo intrigante o per una copertina intrigante, oppure si va a cercare l’ultimo uscito dell’autore preferito, più o meno famoso. È lì la magia, fare una scelta per qualcun altro e vedergli brillare gli occhi come a un bambino!

Anche i più scettici cederanno, anche quelli che dicono di non amare la lettura, di non avere tempo!

Davvero non si riesce a trovare il tempo per un viaggio che non prevede fare bagagli e l’acquisto di biglietti? Un viaggio solitario eppure ricco di incontri che lascerà la sensazione dei luoghi visitati, delle emozioni provate, che ci arricchirà di nuovi amici difficili lasciare in quei luoghi della nostra mente dove l’inchiostro sulla carta prende forma e ci fa dimenticare di tutto quello che c’è attorno…un viaggio che addirittura si fa beffa dello spazio e del tempo: presente, passato e futuro a qualche capitolo di distanza.

Tutti hanno bisogno di un viaggio, di staccare la spina, di “vedere” cose nuove! Tutti.

Bisogna solo cedere all’idea che un libro possa esprimere tutto questo donando ai nostri cari momenti piacevoli e un calore speciale, quello di una scelta ad hoc magari impreziosita da una dedica personale che non andrà persa come quelle simpatiche etichette con la barba glitterata di un rubicondo Babbo Natale, ma resterà ferma nel tempo: un abbraccio e un augurio di buon viaggio che il viaggiatore potrà riassaporare ogni volta che aprirà la prima pagina, ogni volta che vorrà ripetere l’esperienza di quel viaggio!

Un libro sotto l’albero, un viaggio per tutti! E a Tutti BUON NATALE!   M.T.

 

Quel giorno,ero newyorkese anch’io….

Decennale dell’ 11 settembre, quel fatidico giorno di folle disperazione che rimarrà per sempre stampato nel tessuto della mia memoria…

Sono trascorsi già dieci anni ma quelle immagini, a rivederle, sono sempre attuali: il fumo, il fuoco, il crollo, la corsa per le strade, le grida, l’intervento dei vigili del fuoco, nuovi eroi dei nostri tempi.

Mi trovavo a lavoro, era in corso una riunione. Una delle mie colleghe disse che dall’autoradio aveva appreso la notizia della caduta di un aereo a New York. Erano circa le tre del pomeriggio qui a Roma, le notizie erano discordanti e imprecise.  Ebbi un brivido solo al pensiero di un aereo con tante persone a bordo, che si schianta al suolo…e poi a New York! La GrandeMela, il Simbolo dell’America, dove cose come voli e trasporti in generale, funzionano sempre!   La nostra riunione fu interrotta poco più tardi, quando i telefoni cominciarono a squillare con un unico messaggio accorato: accendi la tv…è un disastro.

Mentre scrivo oggi, a distanza di tanto tempo, mi batte il cuore.

Il primo aereo che s’infila nella parte alta della prima torre colpita, il fumo nero del cherosene che alimenta l’incendio e le esplosioni a seguire. Poi la pioggia di detriti e di una miriade di fogli di carta: progetti, disegni, documenti di ogni genere e tipo, che andranno persi nell’aria insalubre e polverosa di New York, fra le macerie, così come le vite di coloro che non avranno più scampo…

La scena più raccapricciante per me, è sempre quella delle persone che si sono trovate a dover scegliere se morire bruciate vive o  saltare nel vuoto…scegliendo infine di unirsi a quei pezzetti di carta, in un volo liberatorio e drammatico, verso l’oblio. E poi il secondo aereo, la sorpresa di chi ha visto la scena con i propri occhi…la replica dello scempio, la stoccata finale che accelererà il crollo.  Il crollo. Neppure la fantasia e la sapienza grafica dei grandi di Hollywood avrebbe saputo rendere visivamente ed emotivamente  la distruzione dei due giganti..le Twin Towers che si sgretolano dall’alto al basso, mentre i piani si accasciano uno sull’altro, dando l’idea di un Domino infernale….

Proprio nell’ultima settimana, ho avuto occasione di rivedere i filmati di quei giorni e un’interessante intervista al Sindaco Rudolph Giuliani,criticato e ammirato, il protagonista assoluto e in prima linea dal primo impatto all’organizzazione dei soccorsi, fino al ripristino della funzionalità dei servizi cittadini..e – la beffa- tutto questo a un passo dallo scadere del suo mandato.

L’effetto è sempre lo stesso: occhi sgranati e pelle d’oca, con un senso di impotenza e tanta, tanta pena per tutte le persone che sono state colte di sorpresa in un’ordinaria giornata di lavoro, per le persone che erano sugli aerei schiantatisi sulle Torri, sul Pentagono, che hanno contato i secondi fino all’impatto mortale, un impatto che ha generato reazioni a catena di morte su morte. Pena per chi si è salvato ed ha appreso della perdita di cari e amici, come da un bollettino di guerra…e infine  la stessa pena si è trasformata in ammirazione verso gli eroi: pompieri e  forze dell’ordine, che si sono sacrificati, che sono rimasti intrappolati per salvare altre vite…è il loro mestiere, certo, ma nessuno può immaginare né tantomeno accettare eventi del genere. Nulla può sminuire o dare motivazione alla morte di qualcuno che si è sacrificato per gli altri, neppure il rischio proprio di una professione.

I Newyorkesi erano sconvolti, ma anche operosi. Man mano che saliva il livello dell’emergenza, non c’era distinzione di sesso ed età, tutti hanno contribuito in misura delle proprie capacità e possibilità…ancora una volta New York è passata oltre le diversità ed è divenuta un tutt’uno, animata da un solo obiettivo: reagire e rinascere.

Mi piace pensare che questa meravigliosa città – che amo molto – come una Fenice, sia risorta dalle fiamme…riacquistando fascino e profonda dignità, per sempre protetta dai suoi numerosi angeli ed eroi che voglio ricordare con un pensiero, in questo anniversario che  rattrista, ma che ricorda anche un messaggio vivo e forte di rinascita!

May God bless, our heroes and our angels…forever, in our hearts.

ACQUISTA ON LINE IL ROMANZO!

BOL.IT

http://www.bol.it/libri/destino-due-mondi.-angelo/Miriam-Tocci/ea978886247065/

LIBRERIA UNIVERSITARIA.IT

http://www.libreriauniversitaria.it/il-destino-due-mondi-angelo/libro/9788862470650

AMAZON.IT

http://www.amazon.it/destino-mondi-Langelo-dalle-nere/dp/8862470657/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1315545027&sr=1-1

IL DESTINO DEI DUE MONDI – L’Angelo dalle Ali Nere

di Miriam Tocci

Linee Infinite Edizioni

ISBN 9788862470650

pag. 350

€ 15,00

Copertina di Simona Modafferi

Booktrailer Edit by ORION Technologies & FDN Production